RCS network: Libera, con la “L”

Ciao a tutti,

in questi giorni avete potuto ascoltare il nostro primo podcast che, guarda caso, è stato incentrato sul tema “Libertà”. Parola meravigliosa, che racchiude le più svariate accezioni. A partire dalla libertà civile, passando per la libertà di espressione, giungendo alla libertà di amare, è possibile descrivere ogni angolo della mente umana e del mondo (Filosofia Frattale).

Riteniamo che la nostra radio sia Libera, ma libera davvero. Trasmissioni, musica, pensieri, infrastruttura. Si, per infrastruttura intendo tutto il software che permette a noi ed alla nostra musica di giungere ai vostri diffusori. Dal primo all’ultimo.

E’ l’intento di questo articolo, mostrare come sia possibile creare e mantenere un progetto come RCS Network a partire da tecnologia rigorosamente in linea con l’impegno etico di una radio libera. Per fare ciò utilizzerò dei riferimenti alla classica strumentazione necessaria ad effettuare trasmissioni analogiche broadcast, per intenderci la classica radio FM:

  • Schedulatore + Modulatore: Uno schedulatore è uno strumento che fornisce una regia automatica, in modo tale che, in assenza di persone fisiche, l’esecuzione dei brani o delle trasmissioni registrate possa continuare la generazione del flusso audio. Il modulatore è uno strumento che rende il flusso audio tale da poter essere inserito sul canale e trasferito a distanza. idjcNel nostro caso tali apparecchiature sono sintetizzate in IDJC (Internet DJ Console), un software che implementa un player a 2 deck con la possibilità di eseguire playlist o di generare il flusso a partire dall’ingresso della scheda audio. IDJC è Open Source coperto da licenza GPL v2, si tratta dunque di un software che oltre ad essere molto potente offre completa libertà di utilizzo e di modifica del codice oltre ad essere completamente gratuito.
  • Modulazione: Ovviamente la scelta del modulatore va effettuata in relazione alle esigenze del canale trasmissivo. L’esempio classico di modulazione radio utilizzata è la modulazione di frequenza (FM), in quanto inserendo l’informazione nella frequenza si slega dal Fading (disturbo che attacca l’ampiezza di segnali principalmente su canale wireless). In termini di web-radio la modulazione corrisponde al formato nel quale il flusso audio viene incapsulato prima di essere immesso su canale. IDJC permette di incapsulare l’audio in molti formati, tra cui il comunissimo MP3. Al contrario di quello che la gente possa pensare, MP3 è un formato prettamente proprietario, non libero, sotto il punto di vista dei codec impiegati, molto datato e non adatto a lavorare con bit-rate ridotti. Per ovvie ragioni dunque abbiamo scelto di incapsulare il nostro stream audio nel formato OGG, che pur essendo completamente libero (Open Source, GPL v2) garantisce ottime prestazioni pur lavorando a bit-rate ridotti.
  • Antenna: Rappresenta lo strumento in grado di trasmettere a distanza il segnale modulato, in modo da poter raggiungere gli ascoltatori. Lo strumento software che funge da antenna è rappresentato dal Server di Streaming. Ne esistono di svariati in grado di utilizzare l’uno e/o l’altro formato di incapsulamento. Icecast è il server di streaming audio libero (Open Source, GPL v2) più utilizzato e completo sulla piazza. Purtroppo non avendo a disposizione sufficiente banda nelle nostre sedi, è stato necessario fittare un server di streaming icecast remoto, in modo tale da poter servire un elevato numero di utenti.
  • Radio: Ovviamente affinché una radio possa essere udita dagli utenti è necessario un ricevitore, la classica radiolina che tutti conosciamo. Allo stesso modo una web-radio per essere ascoltata necessita di un player. Alcuni esempi potete trovarli nella sezione Streaming del sito, ma tengo a precisare la possibilità di ascoltare la nostra radio con un qualsiasi player capace di leggere stream da server HTTP in formato OGG.

Se qualcuno è interessato ad approfondire l’argomento può tranquillamente rispondere al post o contattarci direttamente all’indirizzo mail@rcsnetwork.org. Per chi voglia approfondire il discorso relativo alle licenze CLICCA QUI.

Un pensiero su “RCS network: Libera, con la “L””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *